Migranti, Musumeci: ‘Via dalla Sicilia’. Viminale: ‘Ordinanza non valida’

Migranti, Musumeci: ‘Via dalla Sicilia’. Viminale: ‘Ordinanza non valida’

ANSA – “Entro le 24 di domani tutti i migranti presenti negli hotspot e in ogni centro di accoglienza della Sicilia dovranno essere improrogabilmente trasferiti in strutture fuori dall’isola”. Lo prevede l’ordinanza firmata nella notte dal Governatore siciliano Nello Musumeci.“Entro le 24 di domani tutti i migranti presenti negli hotspot e in ogni centro di accoglienza della Sicilia dovranno essere improrogabilmente trasferiti in strutture fuori dall’isola”. Lo prevede l’ordinanza firmata nella notte dal Governatore siciliano Nello Musumeci. La misura è stata presa – spiega Musumeci – perché “allo stato non è possibile garantire la permanenza nell’Isola nel rispetto delle misure sanitarie di prevenzione del contagio”. “La Regione Siciliana, mediante le A.S.P. territorialmente competenti, – prosegue l’ordinanza – mette a disposizione delle autorità nazionali il personale necessario ai controlli sanitari per consentire il trasferimento dei migranti in sicurezza”. Quella dei migranti, fanno però sapere fonti del ministero dell’Interno, é una materia di competenza statale, un’ordinanza regionale dunque non può incidervi. Le stesse fonti sottolineano che non si vuole polemizzare con Musumeci, sapendo anche che la Sicilia è sottoposta ad una pressione migratoria eccezionale che si sta facendo il possibile per allealleggerire

Intanto due barchini di migranti sono stati agganciati, a partire dall’alba, nelle acque antistanti Lampedusa (Ag) dove sono sbarcati in 28. Nella prima imbarcazione c’erano 13 tunisini e nella seconda erano 15. I due gruppi sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola, struttura che è stata già lasciata da 41 migranti che sono stati imbarcati sul traghetto di linea per Porto Empedocle (Ag) dove giungeranno domattina e da dove saranno trasferiti al centro d’accoglienza di Caltanissetta. Da venerdì ad oggi sono stati complessivamente, su disposizione della Prefettura di Agrigento, 337 i migranti trasferiti da Lampedusa. Al momento, sull’isola, restano poco meno di 1.200 persone: circa mille all’hotspot e poco meno di 200 alla Casa della fraternità, locali della parrocchia. Doppio intervento di salvataggio della Sea Watch 4, poi, al largo della Libia tra ieri ed oggi: la nave umanitaria ha soccorso 104 migranti in difficoltà. Tra di loro, 37 minori.

E sono complessivamente 19 i migranti – ospiti di due comunità che si trovano nelle periferie di Agrigento – che sono risultati positivi al Coronavirus. Uno dei 14 è stato, ieri sera, è stato trasferito all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. L’esito dei tamponi, effettuati dal personale sanitario dell’Asp di Agrigento, è arrivato negli scorsi giorni, ma la notizia dei 19 positivi è trapelata solo dopo il ricovero dell’uomo.

La misura è stata presa – spiega Musumeci – perché “allo stato non è possibile garantire la permanenza nell’Isola nel rispetto delle misure sanitarie di prevenzione del contagio”. “La Regione Siciliana, mediante le A.S.P. territorialmente competenti, – prosegue l’ordinanza – mette a disposizione delle autorità nazionali il personale necessario ai controlli sanitari per consentire il trasferimento dei migranti in sicurezza”. Quella dei migranti, fanno però sapere fonti del ministero dell’Interno, é una materia di competenza statale, un’ordinanza regionale dunque non può incidervi. Le stesse fonti sottolineano che non si vuole polemizzare con Musumeci, sapendo anche che la Sicilia è sottoposta ad una pressione migratoria eccezionale che si sta facendo il possibile per allealleggerire

Intanto due barchini di migranti sono stati agganciati, a partire dall’alba, nelle acque antistanti Lampedusa (Ag) dove sono sbarcati in 28. Nella prima imbarcazione c’erano 13 tunisini e nella seconda erano 15. I due gruppi sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola, struttura che è stata già lasciata da 41 migranti che sono stati imbarcati sul traghetto di linea per Porto Empedocle (Ag) dove giungeranno domattina e da dove saranno trasferiti al centro d’accoglienza di Caltanissetta. Da venerdì ad oggi sono stati complessivamente, su disposizione della Prefettura di Agrigento, 337 i migranti trasferiti da Lampedusa. Al momento, sull’isola, restano poco meno di 1.200 persone: circa mille all’hotspot e poco meno di 200 alla Casa della fraternità, locali della parrocchia. Doppio intervento di salvataggio della Sea Watch 4, poi, al largo della Libia tra ieri ed oggi: la nave umanitaria ha soccorso 104 migranti in difficoltà. Tra di loro, 37 minori.

E sono complessivamente 19 i migranti – ospiti di due comunità che si trovano nelle periferie di Agrigento – che sono risultati positivi al Coronavirus. Uno dei 14 è stato, ieri sera, è stato trasferito all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. L’esito dei tamponi, effettuati dal personale sanitario dell’Asp di Agrigento, è arrivato negli scorsi giorni, ma la notizia dei 19 positivi è trapelata solo dopo il ricovero dell’uomo.

Redazione

Post a Comment