Australia: è nuova corsa all’oro

Australia: è nuova corsa all’oro

Nei bacini auriferi del 1800, pesa la crisi mondiale

 

(ANSA) – SIDNEY, 2 AGO – Nuova corsa all’oro in Australia, negli stessi campi auriferi che richiamarono cercatori da tutto il mondo 150 anni fa, con i prezzi del metallo prezioso a livelli record, spinti dal peggioramento dell’economia mondiale e dalle preoccupazioni geopolitiche per le relazioni dell’amministrazione Usa con Iran, Corea del Nord e Cina. Da Orange a Bendigo e Kalgoorlie, contribuiscono al nuovo gold rush i progressi nelle tecniche di esplorazione e di estrazione e i più alti prezzi in un mercato storicamente dominato dall’Australia – riporta l’Australian Financial Review. Secondo il quotidiano finanziario, si prevede che il settore possa estrarre dal suolo oro per un valore record di 22 miliardi di dollari nell’anno finanziario 2019/20. Le vecchie miniere possono aver chiuso quando il prezzo dell’oro era attorno ai 300 dollari Usa l’oncia e adesso supera i 2.000 dollari.

Post a Comment